LORENZO RABBI

nato il 1845-11-01

A  TORINO (TO)

Deceduto il  1901-06-25

Collocazione
CELLETTA CINERARIA (TORINO- CIMITERO MONUMENTALE SOCREM)



Biografia

Nasce a Torino nel novembre 1845. Fabbricante di prodotti chimici, è una figura molto nota nel panorama associazionistico, politico e industriale torinese di fine Ottocento, soprattutto per la sua partecipazione a varie iniziative di carattere filantropico come la nascita dell’Asilo infantile di Barriera di Milano, da lui fondato. È per diversi anni consigliere della Provincia di Torino, membro della Commissione provinciale di Appello per le imposte, consigliere del Consiglio generale del Banco di Napoli, membro della Deputazione delle Opere Pie di San Paolo, amministratore dell’Ospedale San Giovanni e del Museo industriale. Amministratore della Camera di Commercio di Asti, tra le sue cariche c’è quella di presidente della Camera di Commercio e Arti di Torino, di cui è consigliere a partire dal 1880. Come esponente dei liberali torinesi, Rabbi ricopre per più di un decennio la carica di consigliere comunale a partire dal 1887 e, nel 1894, è nominato assessore alla Ragioneria e al Catasto. Insieme a T. Villa, a T. Rossi e all’industriale G.B. Diatto, Rabbi è tra gli organizzatori dell’Esposizione generale Nazionale di Torino del 1898. Qui ricopre la carica di vice presidente del Comitato esecutivo della mostra e, per questa ragione, viene premiato dal re con la Croce di grande ufficiale. Muore a Torino il 25 giugno 1901. Ai funerali svolti in forma civile partecipano i membri della Camera di Commercio di Torino e le rappresentanze di quelle di Alessandria, Verona, Venezia, Potenza, Messina, Napoli e Bari. Al corteo funebre partecipano numerosi cittadini. La Borsa di Torino in segno di lutto resta chiusa per un giorno e la seduta del Consiglio comunale viene rinviata al 28 giugno, giorno della commemorazione da parte dei consiglieri e dal sindaco S. Casana. Massone, esponente del mondo laico e liberale torinese, Rabbi è anche socio della Società per la Cremazione di Torino. La salma è cremata il 27 giugno 1901 e le ceneri deposte al Tempio Crematorio.