ANDREA VINAJ

nato il 1824-01-01

A  PIANVIGNALE PRESSO MONDOVI' (CN)

Deceduto il  1893-06-03

Collocazione
CELLETTA CINERARIA (TORINO- CIMITERO MONUMENTALE SOCREM)



Biografia

Nasce a Pianvignale presso Mondovì nel 1824 da una famiglia di modeste condizioni. Dopo aver studiato a Cuneo come allievo del pittore Pastore, grazie ai suoi aiuti riesce a proseguire la formazione presso l’Accademia di San Luca di Roma. Qui comincia a farsi conoscere dipingendo dal vero il ritratto ufficiale di Pio IX, donato in seguito al vescovo di Mondovì, opera che gli procura una certa fama e numerose commissioni da parte di ricche famiglie piemontesi. Patriota e combattente, nel 1848 torna in Piemonte per aderire agli ideali del Risorgimento e partecipare alle Guerre d’Indipendenza come volontario nel Battaglione Vicentino. Resta ferito a Cornuda di Treviso, motivo per cui gli vengono conferiti la medaglia d’argento al valore e il grado di capitano, e si distingue anche nelle cosiddette “Cinque giornate di Milano” e nella “Battaglia di Roma”. Si dedica per molto tempo alla pittura religiosa eseguendo vari affreschi in diverse chiese piemontesi – nelle città di Cuneo, Novara, Alessandria, Casale, Ceva – e nel Duomo di Mondovì. Partecipa a diverse esposizioni dove riceve numerosi riconoscimenti. Sostenitore del movimento cremazionista torinese, nel 1888, in occasione della costruzione del Tempio Crematorio nel Cimitero Monumentale di Torino, Andrea Vinaj dipinge dal vero il ritratto del re Umberto I e la preziosa tela, ancora oggi visibile, in cui una figura femminile piangente rappresenta il dolore e il lutto. Andrea Vinaj muore a Torino il 3 giugno 1893 all’età di 69 anni. Di religione cattolica, socio benemerito della Società per la Cremazione di Torino, la sua salma è cremata il 6 giugno e le ceneri deposte al Tempio Crematorio.