CARLO ALFREDO OCCHETTI

nato il 1863-01-01

A  FIRENZE (FI)

Deceduto il  1912-10-03

Collocazione
CELLETTA CINERARIA (TORINO- CIMITERO MONUMENTALE SOCREM)



Biografia

Nasce a Firenze nel 1863 e si trasferisce sin da giovane a Torino. Scrittore, commediografo e poeta dialettale, collabora a diversi periodici pubblicati in dialetto torinese e ad altri come «La cinematografia Italiana» di Milano, «La Libera Azione» di Voghera e il «Corriere del Ticino» di Oleggio. È il fondatore del settimanale piemontese «La birichina», da lui diretto per circa venti anni. Conosciuto non solo a Torino attraverso il suo pseudonimo "Carlin Tiôchet", Carlo Alfredo Occhetti è anche autore di numerose commedie teatrali, come Nell’ufficio dell’onorevole, I Gargagnan, Cichina del Fabricon, La brichetera d’ San Salvari, La regina d’Porta Palass, e I Re d’Vanchia. Collabora, inoltre, con il musicista Alberto Pestalozza e scrive i testi di alcune canzoni come ‘L Lunes, o la più famosa Ciribiribin (Alberto Pestalozza, Ciribiribin: canzonetta ad una o due voci, parole di Carlin Tiôchet, Milano, Carisch & Janichen). Dopo una lunga e sofferta malattia che lo rende infermo, Carlin Tiôchet decide di porre fine alla sua vita suicidandosi a Torino il 3 ottobre 1912, all’età di 49 anni. Convinto cremazionista, è socio aderente della Società per la Cremazione di Torino, e dopo i suoi funerali, che secondo le sue ultime volontà si svolgono con rito civile, la sua salma è cremata il 5 ottobre e le ceneri deposte al Tempio Crematorio.