GUSTAVO MAGRINI

nato il 1870-01-01

A  TRIESTE (TS)

Deceduto il  1930-03-12

Collocazione
ZONA   STORICA
AREA   SALETTA
CELLARIO   C
CELLETTA   41
CELLETTA CINERARIA



Biografia

Nasce a Trieste nel 1870. Figlio di Enrico, liutaio e professore di violoncello, studia pianoforte, organo, violoncello e canto nelle scuole musicali di Trieste, Vienna e Parma, dove ottiene il diploma di maestro. Dopo aver insegnato organo e canto alla Collegiata d’Aosta e a Vercelli, si trasferisce a Torino dove diventa professore di Musica presso la Regia Scuola normale femminile “Domenico Berti” e presso l’Educatorio “Duchessa Isabella” dell’Opera Pia San Paolo oltre che direttore degli studi di musica all’Istituto Nazionale per le figlie dei militari. Gustavo Magrini è anche autore di alcuni volumi come il Manuale di musica teorico-pratico per le famiglie e per le scuole (Milano, 1923); Arte e tecnica del canto, Espressione e interpretazione della musica; L’insegnamento del canto nelle scuole governative; Pedagogia e fisiologia del canto. È inoltre collaboratore di varie riviste e periodici come la «Rivista Musicale Italiana». Come compositore si dedica soprattutto alla composizione di messe, mottetti, musica vocale da camera e per pianoforte. Gustavo Magrini muore suicida a Marina di Andora (Savona) il 12 marzo 1930 all’età di 60 anni. Socio della Società per la Cremazione di Torino, la sua salma è cremata il 22 marzo e le ceneri deposte al Tempio Crematorio.