GIOVANNI LAVA

nato il 1851-01-01

A  PIADENA (CR)

Deceduto il  1919-08-25

Collocazione
ZONA   STORICA
AREA   AMBULACRO
CELLARIO   B BIS
CELLETTA   59
CELLETTA CINERARIA



Biografia

Nasce nel 1851 a Piadena (Cremona). Medico socialista e insegnante di Patologia speciale medica alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Torino, nel corso della sua carriera è direttore dell’Ospizio Generale di Carità, segretario del consiglio dell’Ordine dei Medici e dei Chirurghi, medico presso l’Ospedale militare e membro dell’Istituto medico-pedagogico per fanciulli deficienti. Con un ruolo di rilievo all’interno del Partito Socialista torinese di inizio secolo, collocato su posizioni spesso intransigenti, è eletto consigliere comunale di Torino nel 1902 insieme ad altri medici socialisti come Pietro Caviglia e Giulio Casalini. Viene rieletto ancora fino al 1914. Direttore della sezione di Medicina generale e Malattie polmonari dell’Alleanza Cooperativa di Torino, è protagonista di accesi scontri in contrapposizione con il medico Pietro Caviglia, sulla politica sanitaria dei socialisti e su questo tema sono numerosi i suoi interventi comparsi sulle pagine del «Grido del Popolo» di Torino. Di formazione laica, aderente alla massoneria, Giovanni Lava muore a Torino il 25 agosto 1919. Socio aderente della Società per la Cremazione di Torino, la sua salma è cremata il 27 agosto e le ceneri deposte al Tempio Crematorio.