ALBINO GULINELLI

nato il 1851-01-01

A  FERRARA (FE)

Deceduto il  1925-05-12

Collocazione
ZONA   STORICA
AREA   PORTICO ANTICO
CELLARIO   S
CELLETTA   14
CELLETTA CINERARIA



Biografia

Nasce a Ferrara nel 1851. Avvocato e scrittore (il suo pseudonimo è age!), da giovane si trasferisce a Torino e intorno al 1870 fa parte del movimento definito «bizzarra scapigliatura giornalistica e artistica». Insieme ad Alessandro Stella è tra i collaboratori del quotidiano «La nuova Torino», fondato da Oreste Corsi. Gulinelli fonda inoltre il satirico «Giornale per ridere», e quando questo e «La nuova Torino» cessano di essere pubblicati, crea il «Nuovo Giornale per ridere». Inizia poi a collaborare con la «Gazzetta del Popolo», curando la traduzione dal francese di romanzi che sono pubblicati come appendici del quotidiano. Successivamente Gulinelli diventa vice segretario della Camera di Commercio di Torino e segretario-bibliotecario del Regio Museo Commerciale, filiazione della stessa Camera, occupandosi di questioni legate allo sviluppo economico della città. In particolare, svolge funzioni organizzative nella realizzazione della prima Esposizione generale italiana (Torino 1884) presieduta dall’avvocato Tommaso Villa, e si occupa dell’ufficio stampa insieme a Baldassarre Cerri, vice direttore della «Gazzetta del Popolo». In questa occasione cura la pubblicazione della guida pratica ufficiale dell’Esposizione (A. Gulinelli, Esposizione generale italiana in Torino 1884, Torino 1884). Da tempo malato, Gulinelli muore a Torino il 12 maggio del 1925 all’età di 74 anni. Tra i soci dell’Associazione della Stampa Subalpina, nomina come erede del suo patrimonio la Cassa pia di previdenza di questa associazione. Ai funerali partecipano il senatore Teofilo Rossi, suo amico per oltre un quarantennio, Raffaello Cardini-Saladini della Stampa Subalpina e numerosi amici e colleghi, tra cui Angelo Garrone, uno degli anziani protagonisti del movimento artistico ‘scapigliato’ di cui Gulinelli è stato parte attiva. Cremazionista e socio della Società per la Cremazione di Torino, la sua salma viene cremata il 15 maggio e le ceneri deposte presso il Tempio Crematorio.