GAETANO FERROGLIO

nato il 1841-05-14

A  TORINO (TO)

Deceduto il  1920-07-19

Collocazione
CELLETTA CINERARIA (TORINO- CIMITERO MONUMENTALE SOCREM)



Biografia

Nasce a Torino il 14 maggio 1841. Avvocato e professore di Statistica presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Torino, comincia la sua carriera accademica nel 1876 dopo aver vinto un concorso. Divenuto professore straordinario nel 1885, per un breve periodo gli viene affidata la cattedra di Economia politica lasciata vacante dall’economista Cognetti De Martins; verso la fine dell’Ottocento assume anche la cattedra di Demografia presso la Scuola d’igiene dell’Ateneo torinese. A partire dal 1906 ottiene la nomina a docente ordinario di Statistica. Studioso di statistica applicata all’economia, alla finanza, alla demografia e agli studi sociali, tra i suoi scritti più importanti si possono ricordare Elementi di statistica teorica (Torino, 1881); La questione sociale e le opere pie (Torino, 1885); Prime linee di statistica finanziaria (Torino, 1890); Elementi di statistica metodologica (Torino, 1906). Tra la fine del secolo e gli anni Dieci del Novecento, Gaetano Ferroglio ricopre numerose cariche presso vari istituti cittadini: è tra i dirigenti del Regio Manicomio di Torino; presidente dell’Ospizio Generale di Carità; vice presidente della Società per la promozione dell’industria nazionale; consigliere dell’Istituto di Scienze giuridico-politiche, in cui insegna Statistica finanziaria e criminale comparata; prefetto della Giunta provinciale di statistica; consigliere della Commissione comunale per l’applicazione delle imposte. Cremazionista convinto, Ferroglio è tra i promotori della cremazione a Torino; nel 1882 fa parte del comitato provvisorio che nel 1883 dà vita alla Società per la Cremazione di Torino, arrivando ad assumere, sotto la presidenza di Luigi Pagliani, la carica di vice presidente tra il 1906 e il 1913. Di formazione laica, aderente alla massoneria, Gaetano Ferroglio muore a Torino il 19 luglio 1920 all’età di 79 anni. La sua salma è cremata il 21 luglio e le ceneri deposte al Tempio Crematorio.