logo

Memoteca

Profilo Personale

Arnoldo Norlenghi

ARNOLDO NORLENGHI


nato il 16-10-1856
a PADOVA (PD)
deceduto il 28-12-1930

Collocazione
celletta cineraria (torino- cimitero monumentale socrem)

 

Biografia

Nasce a Padova il 16 ottobre 1856. Laureato in Medicina, si forma politicamente a Tori no ed è tra i sostenitori della nascita del Partito Socialista al Congresso di Genova del 1892. Attivo nel Circolo socialista universitario, nell’Associazione Razionalista anticlericale e nella Federazione delle Società Operaie, nel 1893 viene arrestato a Torino durante le proteste per gli eccidi di Aigues-Mortes in Francia. Socialista intransigente, tiene numerose conferenze e comizi nella provincia di Torino e per questa sua attività subisce diverse volte l’arresto fino a essere condannato, nel 1894, al confino a Domodossola. Scrittore e pubblicista, collabora con il «Grido del Popolo», con il quindicinale «Germinal», il quotidiano milanese «Il Tempo» e la rivista «Il Socialismo»; tra il 1892 e il 1894 diviene direttore del periodico socialista «Secolo XX». Tra i suoi scritti si possono ricordare Amarezze e speranze (Frascati, 1904), Questioni ardenti nel socialismo torinese (Torino, 1915) e Capitalismo e guerra (Milano, 1917); è anche autore di L’ineguaglianza socialista, contributo apparso in una pubblicazione di De Amicis dal titolo Il socialismo e l’uguaglianza (Roma, 1904). Entrato nella commissione esecutiva del Partito Socialista torinese, nel 1914 viene eletto consigliere comunale. Aroldo Norlenghi muore a Torino il 28 dicembre 1930 all’età di 74 anni. Socio della Società per la Cremazione di Torino, le sue ceneri vengono deposte al Tempio Crematorio.

 

Desidera effettuare una nuova ricerca?